Rete per l’occupazione nel Percorso 5 di GOL

30 Aprile 2024
Titolo Azioni di rete per il lavoro nell’ambito del Percorso 5 del Programma “Garanzia di occupabilità dei lavoratori – GOL”, finanziato dall’Unione Europea – NextGenerationEU
Ente finanziatore Regione Lombardia
Obiettivi ed impatto attesi  L’Avviso pubblico “Azioni di Rete GOL Percorso 5”, previsto dal PNRR nell’ambito del Programma Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori (GOL), all’interno del Programma NextGenerationEU, è volto a finanziare proposte progettuali, presentate da partenariati pubblico-privati, finalizzate alla presa in carico precoce dei lavoratori coinvolti in situazioni di crisi aziendali.

 

In particolare promuove politiche attive per il lavoro, con l’obiettivo di supportare la transizione occupazionale e di anticipare le criticità occupazionali con azioni tempestive che tengano conto delle competenze dei lavoratori e delle opportunità occupazionali territoriali o di settore, e contribuendo a risolvere il mismatch di competenze.

 

Il progetto deve consistere in un intervento coordinato, articolato in un insieme di servizi al lavoro e di formazione, sia individuali che di gruppo, adeguati alle caratteristiche del target di lavoratori presi in carico, e alle esigenze della singola persona.

 

Il progetto prevede alcuni passaggi preliminari:

 

la predisposizione di un Accordo sindacale che manifesta la volontà delle parti sociali di proporre, ai lavoratori, il Percorso 5 del Programma GOL come strumento di Politica Attiva;

la predisposizione di un Accordo di partecipazione che elenca i beneficiari ed è sottoscritto dal soggetto capofila;

l’Assessment, Patto di Servizio Personalizzato (PSP) e Skill Gap Analisi individuali.

Il progetto deve prevedere, per tutti i beneficiari, l’erogazione dei servizi di accesso, di almeno uno dei servizi di orientamento e formazione e di almeno uno dei servizi di assistenza intensiva: incontro domanda-offerta, promozione e attivazione del tirocinio, formazione per la creazione di impresa.

 

I beneficiari del progetto devono avere i seguenti requisiti:

essere lavoratori percettori di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro (CIGS), provenienti da una o più unità produttive/operative ubicate in Regione Lombardia. Le causali CIGS ammesse sono:

– lavoratori di imprese in transizione occupazionale

– lavoratori di imprese in amministrazione straordinaria

– lavoratori di imprese in cessazione

– lavoratori di imprese per quali sia stata autorizzata proroga del trattamento di CIGS

– lavoratori coinvolti da Accordi di Ricollocazione.

 

Il numero di beneficiari presi in carico dalla rete, nell’ambito del progetto, va da un minimo di 10 ad un massimo di 150 lavoratori. Prima della presentazione dei progetti, i soggetti beneficiari dell’intervento dovranno aderire all’accordo di partecipazione, effettuare l’assessment, sottoscrivere il PSP e completare la Skill Gal Analisi supportati dalla rete di partenariato.

Criteri di eleggibilità Le proposte progettuali devono essere presentate da un partenariato, con determinate caratteristiche, e deve coinvolgere obbligatoriamente:

 

–            almeno una Provincia/Città Metropolitana e i relativi Centri per l’Impiego, mediante il coinvolgimento dei Nuclei crisi territoriali;

–            almeno un operatore accreditato ai servizi al lavoro, con almeno una sede operativa nel/i territorio/i di riferimento;

–            almeno un operatore accreditato ai servizi alla formazione, con almeno una sede operativa nel/i territorio/i di riferimento.

–            L’operatore accreditato per la formazione può anche coincidere con l’operatore accreditato ai servizi al lavoro.

Il soggetto capofila deve necessariamente essere individuato tra:

 

–            province lombarde/Città Metropolitana di Milano;

–            operatori accreditati da Regione Lombardia ai servizi al lavoro;

La rete di partenariato può comprendere ulteriori partner rilevanti per la realizzazione degli interventi e gli obiettivi di ricollocazione e riqualificazione dei lavoratori.

 

Tutti i soggetti della rete devono avere sede operativa nel territorio di Regione Lombardia e possono partecipare a più partenariati contemporaneamente.

 

Nell’ambito di una stessa crisi aziendale, per differenti gruppi di lavoratori, possono essere presentati più progetti se il numero o le caratteristiche dei lavoratori lo dovessero rendere opportuno e necessario.

 

Le proposte progettuali potranno anche comprendere lavoratori sospesi provenienti da un massimo di tre aziende se appartenenti al medesimo settore/filiera.

Contributo finanziario

 

Le risorse pubbliche disponibili ammontano a complessivi euro 4.395.458,00, a valere sulle risorse del PNRR, Missione 5 “Inclusione e coesione”, Componente 1 “Politiche per il Lavoro”, Riforma 1.1 “Politiche attive del lavoro e formazione” finanziato dall’Unione europea – Next Generation EU.

 

La misura finanzia progetti a fondo perduto nell’ambito del programma GOL, il contributo massimo erogabile per ciascun progetto è calcolato in funzione del numero dei beneficiari e del massimale del paniere di servizi previsti per il Percorso 5 GOL. Si rimanda ad Avviso e Manuale GOL Azioni di rete il dettaglio sui servizi e sulle spese ammissibili.

Scadenza

 

31/07/2025 , ore 12:00
Ulteriori informazioni Bandi | Bandi e Servizi (regione.lombardia.it)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles