Riqualificazione dei corpi idrici piemontesi 2023

28 Dicembre 2022
Titolo
Riqualificazione dei corpi idrici piemontesi 2023
Ente finanziatore Regione Piemonte
Settore di riferimento Ambiente
Obiettivi ed impatto attesi Il presente bando, in attuazione delle disposizioni della D.G.R. n. 20-5978 del 18.11.2022 si propone l’obiettivo di finanziare interventi di riqualificazione dell’ecosistema fluviale e lacustre piemontese al fine del mantenimento o recupero del buono stato di qualità delle acque superficiali e sotterranee, in conformità con i contenuti della pianificazione di settore distrettuale e regionale: il Piano di gestione del distretto idrografico del fiume Po (PdG Po-2021) ed il Piano di tutela delle acque (PTA), approvato con D.C.R. n. 179- 18293 del 2 novembre 2021, identificano il reticolo significativo, le pressioni prevalenti, lo stato di qualità delle acque superficiali e sotterranee e le misure necessarie per il loro risanamento. In considerazione che la riqualificazione delle zone perifluviali e perilacuali ha effe positivi su molteplici ambiti contribuendo aumentare la biodiversità e a ridurre il rischio idraulico, il presente bando contribuisce al raggiungimento di obie vi afferenti ad altre politiche in materia di ambiente che si avvantaggiano di un ecosistema naturale maggiormente equilibrato. In particolare quindi il bando fa proprie le finalità in materia di mitigazione e di adattamento ai cambiamenti climatici e promuove in tale ambito gli interventi raccomandati dalla Commissione europea (Comunicazione 155/2013: Infrastrutture verdi – Rafforzare il capitale naturale in Europa). Le finalità degli interventi ammessi devono essere coerenti con quanto disposto all’art. 21 del regolamento regionale 15/R del 2004 e dell’articolo 41 del PTA, che vincolano la destinazione del finanziamento erogato con il presente bando alle attività regionali di attuazione del Piano di tutela delle acque
Criteri di eleggibilità Il presente bando è riservato ai seguenti soggetti pubblici:

• Comuni, in forma singola o associata

• Province

• Città Metropolitana di Torino

• Enti gestori delle aree naturali protette e aree Natura 2000, diversi dalla Regione Piemonte.

 

Sono esclusi dal finanziamento gli Enti di governo di Ambito Territoriale O male (EgATO) per il servizio idrico integrato. I soggetti di cui sopra possono stipulare accordi tra loro, ai sensi dell’art. 15 della l. 241/1990 “Nuove norme in materia di procedimento amministravo e di dirio di accesso ai documenti amministrativi”. Tali accordi andranno formalizzati attraverso apposita convenzione, sottoscritta in forma digitale dagli interessati, che individui ai fini della presentazione congiunta della domanda, uno dei soggetti in qualità capofila con la funzione:

• di tenere, in nome e per conto di tu i sottoscrittori, i rapporti con la Regione Piemonte, ai fini del presente bando, in fase di richiesta, di istruoria e in fase successiva alla pubblicazione della graduatoria di cui al punto 9 del bando;

 

Contributo finanziario

 

La dotazione finanziaria regionale prevista per l’attuazione del presente bando ammonta complessivamente ad Euro 3.000.000, somma totalmente a carico di fondi regionali, stanziata sul bilancio finanziario gestionale, capitolo 289892, negli esercizi finanziari 2023 e 2024.
Scadenza

 

04/05/2023 – 12:00
Ulteriori informazioni Allegato1_Schema_bando_2023 (regione.piemonte.it)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles