SALA E FONTANA MISTIFICANO LA REALTÀ

20 Febbraio 2024

Non che sia una grossa novità, ma ancora una volta Beppe Sala e Attilio Fontana mistificano la realtà, mettendo nel calderone solamente i dati parziali di una situazione gravissima.

Secondo i due esponenti politici, infatti, i report dell’Arpa certificherebbero che l’aria a Milano è migliorata, gettando ombre sulle classifiche che vedono il capoluogo lombardo come una delle città più inquinate al mondo.

Peccato che Fontana e Sala facciano riferimento al comunicato stampa pubblicato effettivamente dall’Arpa circa un mese fa, ma che riguardava il 2023. Lo scorso anno si è veramente assistito a un miglioramento dei dati sulla qualità dell’aria, anche se per la stessa Agenzia la causa è da ricercare, più che nell’attuazione di politiche ambientali vincenti, nelle condizioni meteorologiche più favorevoli rispetto alle annate precedenti.

Tuttavia il 2024 è iniziato come PEGGIO non avrebbe potuto!

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità le concentrazioni di PM10 non dovrebbero superare i 50 microgrammi per metro cubo per non più di 35 giorni all’anno: in soli 50 giorni, Milano ha giù superato questo limite per ben 29 volte, con picchi di quasi tre volte superiori alla “soglia di sicurezza”. E lo stesso trend, purtroppo, è stato ravvisato in tutti i capoluoghi di provincia lombardi, sintomo di una situazione drammaticamente in peggioramento.

Ecco perché sostenere che l’aria in Lombardia sia in miglioramento, come fatto pubblicamente da Sala e Fontana, è una palese falsità!

*Questa drammatica immagine arriva dall’ESA, in particolare dal servizio di monitoraggio atmosferico Copernicus, ed è relativa alla qualità dell’aria registrata il 18 febbraio 2024 sopra la Pianura Padana. 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles