Sandbox di regolamentazione dell’IA: Coordinamento e supporto a livello UE

15 Marzo 2024
TITOLO DIGITAL-2024-AI-ACT-06-SANDBOX, Sandbox di regolamentazione dell’IA: Coordinamento e supporto a livello UE

 

DIGITAL-2024-AI-ACT-06-SANDBOX, AI regulatory sandboxes: EU-level coordination and support

ENTE FINANZIATORE Commissione Europea

 

Programma

Programma Europa digitale (DIGITAL)

 

SETTORE DI RIFERIMENTO Digitalizzazione
OBIETTIVI ED IMPATTO Ambito di applicazione:

 

Sebbene l’obbligo di istituire sandbox di regolamentazione dell’IA spetti agli Stati membri e alle loro autorità nazionali competenti, questa azione svolgerà un ruolo fondamentale nel fornire supporto tecnico, consulenza, strumenti e quadri comuni per l’istituzione e il funzionamento efficaci delle sandbox di regolamentazione dell’IA e la cooperazione transfrontaliera a livello dell’UE. Attualmente, l’entrata in vigore della legge sull’IA è prevista per il secondo trimestre del 2024, il che implica che gli Stati membri dovranno istituire le sandbox normative sull’IA e renderle pienamente operative entro la fine del secondo trimestre del 2026. Per questo motivo, l’azione dovrebbe concentrarsi su una serie di attività di coordinamento e di sostegno a livello dell’UE per assistere gli Stati membri nella creazione e nella gestione delle sandbox normative sull’IA in conformità con le disposizioni pertinenti della legge sull’IA. L’azione dovrebbe sviluppare quadri, strumenti e processi comuni per sostenere le autorità competenti ai sensi della legge sull’IA nell’istituzione pratica, nell’attuazione, nel funzionamento e nella supervisione delle sandbox di regolamentazione dell’IA. Dovrebbe inoltre proporre un quadro di coordinamento a livello UE e di cooperazione transfrontaliera, compresi, se del caso, canali di comunicazione per facilitare lo scambio e la condivisione di informazioni tra le autorità competenti e per consentire la creazione di sandbox congiunte tra più Stati membri. Come passo successivo, insieme alle autorità competenti, l’azione dovrebbe organizzare un test pilota del materiale, degli strumenti e dei processi delle sandbox prodotti nell’ambito della presente azione, nonché della bozza del materiale e degli strumenti di conformità prodotti dall’azione preparatoria dell’acceleratore di innovazione dell’IA, che dovranno essere testati dai fornitori di IA nelle sandbox. I test dovrebbero essere organizzati sotto la supervisione delle autorità nazionali competenti e consentire l’estensione dei risultati osservati nell’ambiente delle sandbox a un mercato più ampio. I test dovrebbero cercare di migliorare i risultati e allinearli maggiormente alle esigenze degli innovatori, in particolare delle PMI e delle start-up. Questa azione dovrebbe anche raccogliere prove per l’obiettivo dell’apprendimento normativo e per migliorare ulteriormente i documenti e gli strumenti di orientamento di cui al paragrafo precedente. Dovrebbe raccogliere le migliori pratiche e gli insegnamenti tratti, soprattutto in relazione all’attuazione più ampia della legge sull’IA e contribuire, ove possibile, allo sviluppo di orientamenti e altro materiale di supporto che la Commissione dovrà preparare per l’attuazione della legge sull’IA e la sua revisione periodica. Come requisito orizzontale per l’attuazione di tutti i risultati, la proposta premiata deve collaborare con l’azione preparatoria dell’acceleratore dell’UE per l’innovazione nel campo dell’IA. In particolare, dovrà basarsi sulle bozze di strumenti, metriche e linee guida sviluppate nell’ambito dell’azione preparatoria dell’acceleratore di innovazione dell’IA, testandole nelle sandbox e aggiornandole. Dovrebbe inoltre pubblicare tutte le informazioni sulle sandbox di regolamentazione dell’IA, nonché i risultati ottenuti nell’ambito di questa azione e il materiale prodotto nelle sandbox sulla “piattaforma unica online”, che sarà creata dall’azione preparatoria dell’acceleratore dell’innovazione dell’IA. La proposta premiata dovrà rendersi disponibile a essere consultata dall’acceleratore di innovazione dell’IA durante lo sviluppo di tale piattaforma e dovrà collaborare strettamente e fornire tutti i contributi necessari per adempiere agli obblighi previsti dalla presente azione.

 

Obiettivi:

 

Questa azione mira a fornire sostegno e coordinamento a livello UE per le sandbox normative sull’IA istituite nell’ambito della futura legge sull’IA. L’azione dovrebbe contribuire ai seguenti obiettivi di alto livello:

– promuovere l’innovazione e la competitività dell’IA, migliorare la certezza del diritto per gli innovatori e facilitare la conformità normativa alla legge sull’IA e ad altre normative dell’Unione pertinenti supervisionate nelle sandbox normative sull’IA;

– accelerare l’accesso al mercato dell’UE per i sistemi innovativi di IA fornendo uno spazio normativo sicuro per l’innovazione e rimuovendo gli ostacoli nelle sandbox, con particolare attenzione alle PMI, comprese le start-up;

– promuovere un’ampia accessibilità delle sandbox normative sull’IA in tutti gli Stati membri dell’UE, approcci comuni e coordinamento nella loro attuazione, economie di scala e aumento di scala dei progetti di innovazione sull’IA a livello dell’UE;

– promuovere la capacità di supervisione delle autorità competenti e la comprensione delle opportunità, dei rischi emergenti e degli impatti dell’uso dell’IA;

– contribuire all’apprendimento normativo basato sull’evidenza analizzando le esperienze accumulate nelle sandbox normative sull’IA e sostenere la raccolta e la condivisione delle migliori pratiche e degli insegnamenti tratti, rendendoli ampiamente disponibili.

CRITERI DI ELEGGIBILITÀ

 

 

DIGITAL-2024-AI-ACT-06-TESTAI, Azione pilota per l’istituzione di futuri centri di prova dell’Unione in materia di IA

 

CONTRIBUTO FINANZIARIO

 

 

Tipo di azione e tasso di finanziamento: Azione di coordinamento e sostegno – tasso di finanziamento del 100%.

Bilancio disponibile 2 000 000 EUR

Bilancio del progetto (importo massimo della sovvenzione) 2 000 000 EUR per progetto

 

La sovvenzione sarà una sovvenzione mista a costi effettivi basata sul budget (costi effettivi, con elementi di costo unitario e forfettario). Ciò significa che rimborserà SOLO alcuni tipi di costi (costi ammissibili) e i costi effettivamente sostenuti per il progetto (NON i costi preventivati). Per quanto riguarda i costi unitari e gli elementi forfettari, è possibile addebitare gli importi calcolati come spiegato nella Convenzione di sovvenzione (cfr. art. 6 e allegati 2 e 2a). I costi saranno rimborsati in base al tasso di finanziamento stabilito nella Convenzione di sovvenzione. Questo tasso dipende dal tipo di azione che si applica al tema (vedi sezione 2). Le sovvenzioni NON possono produrre un profitto (cioè un’eccedenza delle entrate + sovvenzione UE rispetto ai costi). Le organizzazioni a scopo di lucro devono dichiarare le loro entrate e, se c’è un profitto, lo dedurremo dall’importo finale della sovvenzione.

SCADENZA

 

29 maggio 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
ULTERIORI INFORMAZIONI call-fiche_digital-2024-ai-act-06_it.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles