SERVIZIO DISABILI – N. 5/2023 Servizio di assistenza tecnica per l’attuazione della programmazione regionale (piano 2021 – 24) per l’inserimento lavorativo di persone con disabilità e relativi servizi ai sensi dell’art. 14 della L. 68/99.

31 Marzo 2023
Titolo SERVIZIO DISABILI – N. 5/2023

Servizio di assistenza tecnica per l’attuazione della programmazione regionale (piano 2021 – 24) per l’inserimento lavorativo di persone con disabilità e relativi servizi ai sensi dell’art. 14 della L. 68/99.

Ente finanziatore Regione Piemonte
Obiettivi ed impatto attesi Con determinazione a contrarre n. 775 del 23.12.2022, questa Amministrazione ha disposto di affidare il servizio per l’attuazione della Misura “Interventi di accompagnamento a supporto della transizione Scuola – Lavoro per adolescenti e giovani con disabilità”.
Criteri di eleggibilità Il servizio oggetto della presente procedura di gara dovrà essere realizzato nell’arco temporale che intercorre tra la data di sottoscrizione del contratto e il 31/12/2025

 

Gli operatori economici, anche stabiliti in altri Stati membri, possono partecipare alla presente gara in forma singola o associata, secondo le disposizioni dell’art. 45 del Codice, purché in possesso dei requisiti prescritti dai successivi articoli. Ai soggetti costituiti in forma associata si applicano le disposizioni di cui agli artt. 47 e 48 del Codice.

È vietato ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti o aggregazione di imprese aderenti al contratto di rete (nel prosieguo, aggregazione di imprese di rete). È vietato al concorrente che partecipa alla gara in raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti, di partecipare anche in forma individuale. È vietato al concorrente che partecipa alla gara in aggregazione di imprese di rete, di partecipare anche in forma individuale. Le imprese retiste non partecipanti alla gara possono presentare offerta, per la medesima gara, in forma singola o associata

 

Nel caso di consorzi di cui all’articolo 45, comma 2, lettere b) e c) del Codice, le consorziate designate dal consorzio per l’esecuzione del contratto non possono, a loro volta, a cascata, indicare un altro soggetto per l’esecuzione. Le aggregazioni tra imprese aderenti al contratto di rete di cui all’art. 45, comma 2 lett. f) del Codice, rispettano la disciplina prevista per i raggruppamenti temporanei di imprese in quanto compatibile.

In particolare:

 

1.a. nel caso in cui la rete sia dotata di organo comune con potere di rappresentanza e soggettività giuridica (cd. rete – soggetto), l’aggregazione di imprese di rete partecipa a mezzo dell’organo comune, che assumerà il ruolo della mandataria, qualora in possesso dei relativi requisiti. L’organo comune potrà indicare anche solo alcune tra le imprese retiste per la partecipazione alla gara ma dovrà obbligatoriamente far parte di queste;

1.b. nel caso in cui la rete sia dotata di organo comune con potere di rappresentanza ma priva di soggettività giuridica (cd. rete-contratto), l’aggregazione di imprese di rete partecipa a mezzo dell’organo comune, che assumerà il ruolo della mandataria, qualora in possesso dei requisiti previsti per la mandataria e qualora il contratto di rete rechi mandato allo stesso a presentare domanda di partecipazione o offerta per determinate tipologie di procedure di gara. L’organo comune potrà indicare anche solo alcune tra le imprese retiste per la partecipazione alla gara ma dovrà obbligatoriamente far parte di queste;

1.c. nel caso in cui la rete sia dotata di organo comune privo di potere di rappresentanza ovvero sia sprovvista di organo comune, oppure se l’organo comune è privo dei requisiti di qualificazione, l’aggregazione di imprese di rete partecipa nella forma del raggruppamento costituito o costituendo, con applicazione integrale delle relative regole (cfr. Determinazione ANAC n. 3 del 23 aprile 2013).

 

Per tutte le tipologie di rete, la partecipazione congiunta alle gare deve risultare individuata nel contratto di rete come uno degli scopi strategici inclusi nel programma comune, mentre la durata dello stesso dovrà essere commisurata ai tempi di realizzazione dell’appalto (cfr. Determinazione ANAC n. 3 del 23 aprile 2013). Il ruolo di mandante/mandataria di un raggruppamento temporaneo di imprese può essere assunto anche da un consorzio di cui all’art. 45, comma 1, lett. b), c) ovvero da una sub-associazione, nelle forme di un RTI o consorzio ordinario costituito oppure di un’aggregazione di imprese di rete.

 

Sono esclusi dalla gara gli operatori economici per i quali sussistono cause di esclusione di cui all’art. 80 del Codice. Sono comunque esclusi gli operatori economici che abbiano affidato incarichi in violazione dell’art. 53, comma 16-ter, del d.lgs. del 2001 n. 165.

Contributo finanziario

 

Ai fini dell’art. 35, comma 4 del Codice, il valore massimo stimato dell’appalto, comprensivo di qualsiasi forma di opzione o rinnovo, è pertanto pari a € 1.465.295,08 oltre IVA (22%).

L’importo degli oneri per la sicurezza da interferenze è pari a € 0,00 .

 

I concorrenti devono dimostrare di aver conseguito un Fatturato specifico, riferito al periodo comprendente gli ultimi tre esercizi finanziari disponibili (2020-21-22), in realizzazione di interventi di orientamento e supporto alle transizioni e nell’ambito del raccordo scuola-lavoro, almeno in parte con specifico riferimento al target delle persone con disabilità, non inferiore a € 500.000,00, IVA esclusa.

 

Scadenza

 

10 maggio 2023
Ulteriori informazioni DISCIPLINARE DI GARA (regione.piemonte.it)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputata al Parlamento europeo, membro non iscritto.

disclaimer:

Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles