Titolo  

Sfide EIC Pathfinder

EIC Pathfinder CHALLENGES

 

 

Ente finanziatore Commissione Europea

Programma Horizon Europe

Settore di riferimento Ricerca e innovazione
Obiettivi ed impatto attesi Le EIC Pathfinder Challenges mirano a sfruttare nuove direzioni all’avanguardia nella scienza e nella tecnologia per sconvolgere un campo e un mercato o creare nuove opportunità realizzando soluzioni tecnologiche innovative basate su ricerca e sviluppo ad alto rischio/alto guadagno. Per ogni sfida specifica, verrà creato un portafoglio di progetti che esplorano prospettive diverse, approcci concorrenti o aspetti complementari della sfida. La complessità e la natura ad alto rischio di questa ricerca richiederanno collaborazioni multidisciplinari. Un responsabile di programma dedicato, che stabilisce una tabella di marcia comune e guida in modo proattivo il portafoglio verso gli obiettivi di ciascuna sfida, supervisiona una specifica EIC Pathfinder Challenge. I progetti di un portafoglio di sfide devono interagire e scambiare, rimanendo flessibili e reattivi alla luce degli sviluppi all’interno del portafoglio o nella comunità scientifica o industriale globale di riferimento. Progrediranno insieme verso obiettivi comuni e creeranno nuove opportunità di innovazione radicale. Questa sezione si riferisce ai criteri comuni a tutte le Sfide EIC Pathfinder. Per informazioni e requisiti specifici, consultare la descrizione di ciascuna sfida riportata di seguito.

 

 

Perché candidarsi?

 

Dovreste candidarvi se avete un potenziale progetto all’avanguardia che contribuirebbe agli obiettivi specifici della rispettiva Sfida. In particolare, il vostro progetto deve mirare a raggiungere i risultati attesi definiti nella rispettiva Sfida. In generale, il punto di partenza di una proposta che risponde a una Pathfinder Challenge è il TRL iniziale (ad esempio, 2) fino alla prova di concetto o alla validazione in laboratorio (ad esempio, TRL 3 o 4). I risultati del progetto dovrebbero includere anche pubblicazioni scientifiche di alto livello, nonché un’adeguata protezione formale della proprietà intellettuale generata (IP) e una valutazione degli aspetti rilevanti relativi a regolamentazione, certificazione e standardizzazione. Inoltre, siete incoraggiati a coinvolgere e responsabilizzare nel vostro team attori chiave che hanno il potenziale per diventare futuri leader nei loro campi, come eccellenti ricercatori agli inizi della carriera o promettenti PMI ad alta tecnologia, comprese le start-up. Il vostro progetto dovrebbe rafforzare la loro mentalità per una ricerca e uno sviluppo mirati e finalizzati a risultati applicati di grande impatto. Ciò rafforzerà la capacità dell’Europa di sfruttare le scoperte scientifiche fatte in Europa in tutte le fasi di successo del mercato o di risolvere le sfide globali. Siete particolarmente incoraggiati a coinvolgere le ricercatrici nel vostro progetto e a raggiungere un equilibrio di genere tra i leader del vostro pacchetto di lavoro. Prima di decidere di candidarvi, vi invitiamo a leggere la rispettiva Guida alle Sfide EIC Pathfinder che sarà pubblicata sul sito web dell’EIC e sul portale delle opportunità di finanziamento e di gara dopo l’apertura del bando. La Guida alle Sfide vi fornirà maggiori informazioni sugli obiettivi delle Sfide, sulle informazioni tecniche alla base degli obiettivi e sulle considerazioni di portafoglio utilizzate per la selezione finale delle proposte da finanziare.

Criteri di eleggibilità Le Sfide EIC Pathfinder supportano la ricerca e l’innovazione collaborativa o individuale da parte di consorzi o di singoli soggetti giuridici con sede in uno Stato membro o in un Paese associato (a meno che non sia indicato diversamente nel capitolo specifico della Sfida). In caso di consorzio, la proposta deve essere presentata dal coordinatore per conto del consorzio. I consorzi di due entità devono essere composti da soggetti giuridici indipendenti di due diversi Stati membri o Paesi associati. I consorzi di tre o più entità devono includere come beneficiari almeno tre entità legali, indipendenti l’una dall’altra e ciascuna stabilita in un Paese diverso, come segue:

ª almeno un soggetto giuridico stabilito in uno Stato membro; e

ª almeno altri due soggetti giuridici indipendenti, ciascuno stabilito in diversi Stati membri o Paesi associati.

 

I soggetti giuridici possono essere ad esempio università, organizzazioni di ricerca, PMI, startup, persone fisiche. Nel caso di progetti a beneficiario unico, non saranno ammesse le società di media e grande dimensione. Le condizioni standard di ammissibilità e ammissibilità e l’ammissibilità dei candidati provenienti da Paesi terzi sono dettagliate nell’Allegato 2. L’ambito di applicazione delle proposte deve essere in linea con il principio “Do Not Significant Harm”.

Contributo finanziario

 

Il budget totale indicativo per questo bando è di 120 milioni di euro, che dovrebbero essere assegnati in parti approssimativamente uguali tra le Sfide. Riceverete una sovvenzione per un’azione di ricerca e innovazione a copertura dei costi ammissibili necessari per l’attuazione del vostro progetto, comprese le attività di portafoglio. Per questo invito, l’EIC prende in considerazione proposte con un contributo UE fino a 4 milioni di euro, come appropriato. Tuttavia, ciò non preclude la possibilità di richiedere importi maggiori, se debitamente giustificati o indicati diversamente nella Sfida specifica. Il tasso di finanziamento di questa sovvenzione sarà pari al 100% dei costi ammissibili. I costi ammissibili assumeranno la forma di una somma forfettaria e l’importo sarà determinato durante il processo di valutazione. I candidati devono quindi proporre l’importo della somma forfettaria in base ai costi stimati del progetto, come definito nella decisione del 7 luglio 2021 che autorizza l’uso di contributi forfettari nell’ambito del programma Horizon Europe – il programma quadro per la ricerca e l’innovazione (2021-2027) – e nelle azioni del programma di ricerca e formazione della Comunità europea dell’energia atomica (2021-2025).

 

Si consiglia di includere un pacchetto di lavoro dedicato alle attività di portafoglio e di assegnarvi almeno 10 persone-mese.

Oltre al finanziamento, i candidati prescelti riceveranno un accesso personalizzato a un’ampia gamma di servizi di accelerazione delle imprese (cfr. sezione V) e interazioni con i responsabili del programma EIC e con altre azioni del portafoglio di progetti selezionati (cfr. sezione I).

Scadenza

 

 

 

 

16 ottobre 2024 alle 17:00 ora locale di Bruxelles

Ulteriori informazioni EIC-programma di lavoro-2024.pdf (europa.eu)

 

Il paternariato EIC – Commissione europea (europa.eu)

 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles