Sostegno agli investimenti in innovazione per l’intermodalità e per le imprese che operano nelle aree integrate logistiche

30 Gennaio 2024
Titolo
PR FESR 2021-2027. OS1.3 – Azione 1.3.7. Sostegno agli investimenti in innovazione per l’intermodalità e per le imprese che operano nelle aree integrate logistiche

 

Ente finanziatore REGIONE LIGURIA
Obiettivi ed impatto attesi In attuazione dell’Obiettivo specifico: 1.3. “Rafforzare la crescita sostenibile e la competitività delle PMI e la creazione di posti di lavoro nelle PMI, anche grazie agli investimenti produttivi” – Azione 1.3.7 – “Sostegno agli investimenti in innovazione per l’intermodalità e per le imprese che operano nelle aree integrate logistiche,” del PR FESR Liguria 2021-2027, il presente bando intende sostenere le micro, le piccole e le medie imprese che, all’interno di unità operative ubicate nel territorio regionale, realizzino interventi di innovazione, automatizzazione, digitalizzazione del processo logistico e delle attività collegate, per uno sviluppo dell’intermodalità e della competitività del settore.

 

Il presente bando, in particolare, è finalizzato alla realizzazione di interventi di:

a. Interoperabilità, comunitariamente definita, di implementazione delle piattaforme di interscambio (connettori, OCR, software dialoganti coi varchi, sistemi federati) e gate automation per le imprese;

b. Digitalizzazione di strumenti predittivi, gestionali, manutentivi, a condizione di interoperabilità / connettibilità e loro customizzazione;

c. Innovazione e automazione (con ridistribuzione e revisione delle competenze tecniche del personale) delle manovre e della trazione ferroviarie (digital equipment for the rolling stock);

d. Digitalizzazione della lettera di vettura stradale (e-CMR);

e. Applicazioni della tecnologia blockchain alla catena logistica con ritorni sulla catena del prezzo;

f. Azioni integrative di sostenibilità logistica e portuale comportanti riduzione delle esternalità negative con evidenza nella catena del prezzo (internalizzazione dei costi);

g. Servizi di gestione del rischio da cybersecurity.

 

Nella domanda possono essere contemplati più interventi, ciascuno dei quali deve prevedere un investimento di almeno 15.000,00 euro.

Criteri di eleggibilità: Possono presentare domanda per ottenere l’aiuto, le micro, le piccole e le medie imprese del settore privato, aventi sede operativa in Liguria, in possesso, alla data di presentazione della domanda, a pena di inammissibilità, dei seguenti ulteriori requisiti:

a) essere regolarmente costituite e risultare iscritte nel registro delle imprese come attive;

b) esercitare un’attività economica classificata con uno dei seguenti codici ISTAT ATECO 2007: GRUPPO 45.2 GRUPPO 52.1 CLASSE 52.21, 52.22, 52.24, 52.29 Al fine di verificare l’appartenenza dell’impresa richiedente a uno dei codici ISTAT ATECO 2007, si fa riferimento esclusivamente al codice dell’unità operativa in cui si realizza l’intervento; c) non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione coatta, concordato preventivo, salvo il caso di concordato con continuità aziendale, o non avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni.

 

Le imprese titolari di concessioni demaniali possono presentare domanda di agevolazione solo se la durata residua della concessione corrisponda almeno a 10 mesi.

Contributo finanziario: L’agevolazione, di cui al presente bando, consiste in un contributo a fondo perduto nella misura massima del 50% della spesa ammessa di cui al paragrafo 6. In ogni caso il contributo concesso per ciascuna domanda presentata non può superare l’importo massimo di euro 300.000,00. Il contributo è concesso in regime de minimis di cui Regolamento n. 2023/2831. Sono pertanto escluse le imprese appartenenti ai settori economici esclusi dal campo di applicazione del Regolamento (UE) n. 2831 del 13 dicembre 2023.

 

 

Sono ammissibili i seguenti interventi ancora da avviare e quelli avviati a far data dai termini di cui al paragrafo 2 c. 1 lettera e) e non conclusi alla data di concessione dell’agevolazione:

a. Assessment del progetto (spesa ammissibile solo a fronte di realizzazione dell’intervento)

b. Analisi di risk managament

c. Consulenze specialistiche

d. Piattaforme IoT (physical internet) interoperabili e/o connettori; con particolare attenzione alle piattaforme transfrontaliere è utilizzabile anche il modello di architettura economica ed ingegneristica delineata dai progetti CIRCUMVECTIO, CIRCUMVECTIO PLUS e EASYLOG (IT/FR Marittimo 2014-2020);

e. Geolocalizzatori (real time visibility)

f. Digitalizzazione di strumenti predittivi, gestionali, manutentivi, a condizione di interoperabilità / connettibilità e customizzazione (con particolare riferimento alle PMI che potrebbero adeguarsi ai sistemi dei grandi operatori)

g. Interfacce avanzate uomo-macchina

h. Sistemi di autenticazione / security / antifrode, sensoristica

i. Analisi dei big data, data&tech, BPM-BPR

j. Profilazione multilivello della clientela

k. Realtà aumentata

l. Cloud computing

m. Cobotica

n. Simulatori

o. Digital-Twin

p. Strumenti mobili

q. Applicazioni

r. s. T.

 

Innovazione e automazione (con ridistribuzione e revisione delle competenze tecniche del personale) delle manovre e della trazione ferroviarie (digital equipment for the rolling stock) Digitalizzazione della lettera di vettura stradale (e-CMR)

 

Applicazioni della tecnologia blockchain alla catena logistica con ritorni sulla catena del prezzo Il progetto non deve prevedere interventi obbligatori (ad es. prescrizioni derivanti da leggi in materia ambientale, da provvedimenti di autorizzazione etc.) e necessari a conformarsi a norme dell’Unione già in vigore. Possono essere agevolati interventi finalizzati a conformarsi a norme dell’Unione Europea adottate ma non ancora in vigore a condizione che l’intervento sia realizzato e completato almeno diciotto mesi prima che le norme entrino in vigore.

 

Il presente bando dispone di una dotazione finanziaria complessiva pari a 1.000.000 di euro.  La Regione Liguria si riserva la facoltà di valutare l’assegnazione di eventuali risorse aggiuntive.

Scadenza: I richiedenti potranno presentare domanda sullo sportello Bandi On Line di Filse dal 29 gennaio al 15 febbraio 2024. La procedura informatica sarà disponibile in modalità off-line dalle ore 14.00 del 22 gennaio.
Ulteriori informazioni: PR FESR 2021-2027. OS1.3 – Azione 1.3.7. Sostegno agli investimenti in innovazione per l’intermodalità e per le imprese che operano nelle aree integrate logistiche – Filse

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles