Sostenere il partenariato EOSC nell’ulteriore consolidamento del coordinamento e della sostenibilità dell’ecosistema EOSC

15 Dicembre 2023
Titolo HORIZON-INFRA-2024-EOSC-01-02: Sostenere il partenariato EOSC nell’ulteriore consolidamento del coordinamento e della sostenibilità dell’ecosistema EOSC.

HORIZON-INFRA-2024-EOSC-01-02: Supporting the EOSC Partnership in further consolidating the coordination and sustainability of the EOSC ecosystem

 

Ente finanziatore Commissione europea

Programma quadro Horizon Europe (HORIZON)

Settore di riferimento RICERCA E INNOVAZIONE
Obiettivi ed impatto attesi I risultati del progetto dovrebbero contribuire a tutti i seguenti risultati attesi:

·         L’EOSC aumenta il livello di coordinamento delle iniziative nazionali ed europee, creando meccanismi di apprendimento reciproco, replica delle migliori pratiche e attività congiunte. Questo risultato atteso sarà raggiunto principalmente attraverso il sostegno finanziario a terzi sotto forma di sovvenzioni a cascata;

·         L’EOSC aumenta il livello di coordinamento e di direzionalità tra le iniziative legate all’EOSC e le azioni finanziate da Horizon Europe, garantendo un approccio più proattivo e d’impatto verso il raggiungimento degli obiettivi della SRIA. Questo risultato atteso sarà raggiunto attraverso un sostegno finanziario mirato a terze parti sotto forma di sovvenzioni a cascata;

·         Un passo avanti verso un EOSC più sostenibile che consenta un accesso transnazionale agevole a dati e servizi, attraverso la sperimentazione e l’implementazione di modelli di business coerenti;

·         L’accesso facilitato alle informazioni da e verso tutti gli stakeholder dell’EOSC, attraverso i Paesi, le istituzioni, le reti e le iniziative, è sempre più possibile.

Ambito di applicazione:

Sostenere l’ulteriore implementazione di un efficace quadro di cooperazione paneuropeo e di un fiorente ecosistema EOSC in cui le parti interessate di tutto lo Spazio europeo della ricerca collaborino in modo strategico e coordinato per garantire il raggiungimento degli obiettivi del partenariato EOSC. Questo sostegno assumerà la forma di una combinazione di finanziamenti forfettari e sovvenzioni a cascata.

Gli investimenti sulle risorse federate dell’EOSC, il supporto per ampliare il portafoglio di servizi generici e per stimolare comunità specifiche a popolare l’EOSC con dati e servizi, sono esempi non esaustivi di contributi nazionali e istituzionali che sono previsti e che necessitano di un coordinamento efficace. Le proposte devono sostenere la comunità EOSC in generale, rafforzando i meccanismi di coordinamento che collegano il partenariato EOSC con:

·         gli Stati membri e le loro azioni e programmi a sostegno dell’EOSC, dell’Open Science e di altre iniziative digitali che potrebbero contribuire a rendere possibile il “Web of FAIR data” e ad attrarre risorse verso infrastrutture digitali condivise ed eterogenee,

·         e la rete di fornitori e rappresentanti degli utenti che lavorano comunemente su soluzioni tecniche e standard e supportano il cambiamento di cultura verso l’Open Science.

È inoltre importante sostenere attivamente i meccanismi di coordinamento e migliorare le sinergie tra le attività dell’Associazione EOSC e dei suoi membri, le iniziative e i progetti finanziati dall’UE che operano sotto l’egida dell’EOSC per realizzare le priorità stabilite nell’Agenda strategica per la ricerca e l’innovazione del partenariato europeo EOSC.

Nel contesto del coordinamento e dell’armonizzazione di un’infrastruttura federata paneuropea, la sostenibilità dell’EOSC richiede ulteriori sviluppi e implementazioni, in particolare l’identificazione e la sperimentazione di modelli di costo e di business per sostenere l’accesso federato alle capacità istituzionali, nazionali ed europee.

Le proposte devono riguardare le seguenti attività:

·         Rafforzare il coordinamento dell’EOSC per investimenti e contributi mirati: questa attività dovrebbe mirare a stabilire un’interconnessione più dinamica e reattiva dei nodi nazionali che formano un’efficace rete di coordinamento dell’EOSC. I nodi nazionali dovrebbero fungere da hub nazionali dell’EOSC per sensibilizzare i governi e le agenzie governative a migliorare la connessione dell’EOSC alle infrastrutture digitali, oltre alle infrastrutture scientifiche. Diversi Paesi hanno già implementato una rete o un consorzio che rappresenta tutte le parti interessate a livello nazionale; le proposte dovrebbero promuovere e sostenere la creazione di tali strutture nei Paesi in cui non sono ancora state implementate. I nodi nazionali dovranno promuovere sinergie di finanziamento e favorire la collaborazione con le autorità pubbliche e il settore privato, incoraggiando gli investimenti privati per sviluppare ulteriormente l’ecosistema EOSC. I nodi nazionali dovranno inoltre rafforzare il collegamento delle iniziative nazionali relative al sistema EOSC con la “transizione verde e digitale”.[1]. I nodi dovrebbero favorire la collaborazione, l’apprendimento reciproco e le attività congiunte e la rete dovrebbe interagire in modo proattivo con l’Associazione EOSC, condividendo le migliori pratiche e informando sugli investimenti che potrebbero essere replicati o aggregati. Per affrontare questa attività, le proposte dovrebbero rafforzare le azioni di coordinamento esistenti attuate dall’Associazione EOSC con gli Stati membri e con le organizzazioni internazionali (RPO e fornitori) che sono già membri e che possono catalizzare gli investimenti in iniziative relative all’EOSC. Inoltre, dovrebbe essere previsto circa 1 milione di euro per sostenere le terze parti attraverso sovvenzioni a cascata, con 100.000 euro come importo massimo da concedere a ciascuna terza parte, per:

·         Avviare i nodi di coordinamento nei Paesi in cui non sono ancora state create strutture simili che possano fungere da nodi;

·         Promuovere e/o coordinare azioni e investimenti congiunti tra Paesi o infrastrutture distribuite;

·         Coordinare le iniziative internazionali volte a rafforzare ulteriormente l’ecosistema EOSC.

·         Rafforzare la collaborazione e l’allineamento nell’ambito del portafoglio di progetti finanziati dall’UE, delle attività condotte dall’Associazione EOSC e dai suoi membri e di altre iniziative che contribuiscono agli obiettivi dell’EOSC SRIA. Le attività dovrebbero massimizzare il valore aggiunto del lavoro congiunto e degli sforzi trasversali ai progetti per accelerare la diffusione e l’evoluzione dell’EOSC. Questa attività dovrebbe stanziare circa 1 milione di euro per sostenere le terze parti attraverso sovvenzioni a cascata, con 50 000 euro come importo massimo da concedere a ciascuna terza parte, per promuovere azioni relative a, ma non solo:

·         Sostenere ulteriori attività di collaborazione tra i progetti finanziati dall’UE e l’Associazione EOSC che contribuiscono all’attuazione dell’EOSC (ad esempio, analisi strategiche, sintesi e feedback politico tra progetti, strategie di coinvolgimento congiunte, strategie di sfruttamento comuni per accelerare la diffusione dell’EOSC) che trarrebbero vantaggio dalla messa in comune delle competenze e porterebbero un chiaro valore aggiunto rispetto a ciò che i singoli progetti o iniziative potrebbero realizzare;

·         Creare sinergie strategiche e operative all’interno e all’esterno dell’ecosistema EOSC, anche con altri partenariati europei o progetti esterni alla destinazione INFRAEOSC, come ad esempio progetti internazionali o nazionali che contribuiscono alla doppia transizione verde e digitale, a seconda dei casi;

·         Implementazione di modelli finanziari chiari per sostenere la sostenibilità finanziaria a lungo termine dei principali elementi costitutivi dell’EOSC, come definito nel rapporto FAIR Lady “Solutions for a Sustainable EOSC”, per garantire un accesso federato alle capacità esistenti. Questa attività è l’elemento chiave per rafforzare il quadro di governance del CUE e semplificherà e amplificherà l’accesso alle risorse, evitando la frammentazione. È quindi importante

·         Capitalizzare i risultati del tema HORIZON-INFRA-2021-EOSC-01-02 e del lavoro della task force EOSC sulla sostenibilità e coordinare la sperimentazione di modelli finanziari per l’EOSC-Core;

·         Valutare e sviluppare i modelli finanziari esistenti e i meccanismi di contabilità per i dati e i servizi IT per garantire la sostenibilità dell’EOSC-Exchange e della fornitura federata di dati e servizi transfrontalieri e/o interdisciplinari, tenendo conto dei diversi tipi di organizzazioni (pubbliche o private) e di risorse (ad esempio, rivalità o non rivalità);

·         Di conseguenza, adottare la soluzione più adeguata per garantire un accesso agevole alle risorse transnazionali in EOSC.

Per attuare l’ultimo punto, le proposte dovrebbero anche sfruttare (1) le pratiche finanziarie e contabili esistenti delle Infrastrutture di ricerca europee e di altre iniziative che funzionano in un quadro distribuito e transnazionale e (2) il meccanismo di accesso virtuale basato sui progetti finanziati nell’ambito del tema H2020-INFRAEOSC-07-03. La collaborazione dovrebbe essere stabilita con i progetti finanziati nell’ambito del tema HORIZON-INFRA-2023-EOSC-01-01.

Il progetto selezionato dovrà essere in linea con il partenariato EOSC. Le proposte devono coinvolgere ed essere guidate da uno o più rappresentanti degli attori rilevanti del settore, in particolare quelli direttamente coinvolti nel partenariato EOSC.

 

Criteri di eleggibilità Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, è ammesso a partecipare, a condizione che siano state soddisfatte le condizioni stabilite dal regolamento Horizon Europe e qualsiasi altra condizione stabilita nel tema specifico del bando. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica costituita e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto privo di personalità giuridica. I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la domanda, per ottenere un codice di identificazione dei partecipanti (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, durante la fase di preparazione della sovvenzione, verrà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrino il loro status giuridico e la loro origine. Un PIC convalidato non è un prerequisito per presentare una domanda.
Contributo finanziario

 

Contributo UE previsto per progetto La Commissione ritiene che un contributo UE di circa 4,00 milioni di euro consentirebbe di affrontare adeguatamente questi risultati. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi. Budget indicativo Il budget totale indicativo per il tema è di 4,00 milioni di euro. Tipo di azione Azioni di coordinamento e sostegno
Scadenza

 

12 marzo 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
Ulteriori informazioni wp-3-ricerca-infrastrutture_orizzonte-2023-2024_it.pdf (europa.eu)

 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles