Sovvenzioni per educazione e sensibilizzazione dei consumatori

15 Aprile 2024
TITOLO Invito a presentare proposte per sovvenzioni d’azione a sostegno dell’educazione dei consumatori, della sensibilizzazione e della consulenza locale ai consumatori.

(SMP-CONS-2024-EDU)

 

Call for proposals for action grants to support consumer education, awareness raising and local advice to consumers.

(SMP-CONS-2024-EDU)

ENTE FINANZIATORE Programma per il mercato unico (SMP Consumatori)

 

Commissione europea

SETTORE DI RIFERIMENTO CONCORRENZA
OBIETTIVI ED IMPATTO L’obiettivo generale del presente invito a presentare proposte è quello di proteggere, responsabilizzare e assistere i consumatori, in particolare quelli più vulnerabili, migliorando le loro competenze e conoscenze, fornendo consulenza a livello locale, aumentando la consapevolezza dei loro diritti, obblighi e scelte nel mercato. In questo contesto, attraverso attività specifiche che il candidato specificherà nella sua proposta, è necessario raggiungere almeno uno dei seguenti obiettivi specifici:

1. Migliorare l’informazione e la consapevolezza dei consumatori sui loro diritti, responsabilità e scelte nel mercato.

2. Rafforzare le competenze e le conoscenze dei consumatori negli acquisti in negozio e online.

3. Migliorare l’accesso ai servizi di consulenza locali.

4. Promuovere il consumo sostenibile come parte dell’economia circolare.

5. Migliorare l’alfabetizzazione digitale dei consumatori.

6. Rafforzare la cooperazione tra gli operatori del settore dell’educazione dei consumatori e della consulenza locale per migliorare la loro conoscenza e capacità di progettare e attuare iniziative educative efficaci e lo scambio di buone pratiche. Il richiedente deve dimostrare chiaramente nella domanda che gli obiettivi della proposta sono pertinenti, chiaramente definiti e contribuiscono a una o più priorità e obiettivi del bando.

 

Temi e priorità

 

L’educazione dei consumatori e la consulenza locale comprendono un’ampia gamma di temi e priorità che mirano a mettere gli individui in condizione di prendere decisioni informate e proteggere i propri diritti. I temi specifici possono variare in base alle esigenze della società o del territorio, ai progressi tecnologici e alle sfide emergenti. Affrontando questi diversi temi, le iniziative di educazione dei consumatori possono fornire agli individui le conoscenze e le competenze necessarie per navigare nelle complessità del mercato moderno, fare scelte informate e difendere i propri diritti e interessi.

 

Le proposte nell’ambito del presente invito devono riguardare uno o più dei seguenti obiettivi, che riflettono i temi e le priorità fondamentali per l’educazione dei consumatori, la sensibilizzazione e la consulenza locale:

1) Diritti e responsabilità dei consumatori: comprendere le norme e i regolamenti che le imprese e i consumatori devono rispettare in quanto attori; comprendere il diritto dei consumatori alla sicurezza, alla scelta, all’informazione e al risarcimento.

2) Alfabetizzazione finanziaria: bilancio, gestione efficace delle finanze personali, comprensione dei mutui, dei termini di credito, dei tassi di interesse e dei prodotti finanziari.

3) Alfabetizzazione digitale e sicurezza online: acquisti online sicuri, riconoscimento di truffe e tentativi di phishing, protezione dei dati personali, sviluppo del pensiero critico nel consumo di contenuti mediatici.

4) Sostenibilità ambientale: ridurre l’impronta di carbonio attraverso scelte di consumo responsabili dal punto di vista ambientale, sostenendo marchi ecologici e pratiche sostenibili.

 

Attività che possono essere finanziate

 

Nella proposta, il richiedente deve fornire una chiara descrizione di come le azioni proposte contribuiranno a migliorare la consapevolezza dei consumatori, l’educazione e/o la consulenza locale ai consumatori. Il richiedente deve dimostrare che le attività si basano sull’analisi dei problemi e dei bisogni individuati e che sono state concepite per rispondere alle esigenze dei gruppi vulnerabili di consumatori. Il richiedente deve elencare e descrivere in modo esaustivo le attività, fornendo spiegazioni dettagliate su come queste azioni contribuiranno direttamente al raggiungimento dei suddetti obiettivi specifici del bando. Il richiedente deve dimostrare una solida gestione del progetto e piani di esecuzione per ogni azione proposta, assicurando che le descrizioni siano dettagliate e coerenti, con una chiara attenzione ai risultati tangibili per i consumatori.

 

 

Le sovvenzioni per azioni possono sostenere un’ampia gamma di attività. Tali attività possono includere, ad esempio (elenco non esaustivo):

 

 

– Workshop educativi, webinar, corsi di formazione, seminari ed eventi comunitari.

– Campagne di sensibilizzazione multimediali.

– Sviluppo e diffusione di materiali didattici, applicazioni, siti web e piattaforme online.

– Sviluppo e attuazione di programmi scolastici.

– Fornire assistenza e consulenza a livello locale a gruppi vulnerabili di consumatori.

– Condividere le conoscenze, facilitare la cooperazione e lo scambio di buone pratiche e l’apprendimento sull’educazione dei consumatori a livello nazionale, regionale o europeo.

– Attività di rafforzamento delle capacità delle organizzazioni locali che forniscono assistenza e consulenza ai consumatori.

– Promuovere la consapevolezza delle pratiche sostenibili all’interno della comunità locale.

CRITERI DI ELEGGIBILITÀ

 

 

Per essere considerati idonei, i richiedenti (beneficiari e entità affiliate) devono:
– essere entità giuridiche (pubbliche o private)
– essere enti non a scopo di lucro
– essere stabiliti in uno dei paesi idonei, cioè: – Stati membri dell’UE (inclusi i Paesi e territori d’oltremare (PTOM)); – paesi non UE: paesi dell’Area Economica Europea (EEA) e paesi associati al Programma del Mercato Unico.
I beneficiari e le entità affiliate devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio di Convalida Centrale (Convalida REA). Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che ne attestino lo status legale e l’origine. Altre entità possono partecipare in altri ruoli del consorzio, come partner associati, subappaltatori, terze parti che forniscono contributi in natura, ecc.

 

Composizione del consorzio

Sono ammesse proposte da parte di un singolo candidato o di un consorzio. I membri del consorzio devono soddisfare i criteri di ammissibilità.

 

Durata

La durata dell’azione è prevista in 18 mesi. Sono possibili proroghe, se debitamente giustificate e attraverso un emendamento.

CONTRIBUTO FINANZIARIO

 

 

Il budget disponibile per il bando è stimato a 1 200 000 EUR. Questo budget può essere aumentato di un massimo del 20%.

 

Bilancio del progetto

Il budget dei progetti (importo massimo della sovvenzione) dovrebbe essere di circa 150 000 EUR per progetto. La sovvenzione concessa può essere inferiore all’importo richiesto.

 

I costi saranno rimborsati al tasso di finanziamento fissato nella Convenzione di sovvenzione (85%). Le sovvenzioni NON possono produrre un profitto (cioè un’eccedenza delle entrate + sovvenzione UE rispetto ai costi). Le organizzazioni a scopo di lucro devono dichiarare le loro entrate e, se c’è un profitto, lo dedurremo dall’importo finale della sovvenzione.

SCADENZA

 

6 giugno 2024 – 17:00:00 CET (Bruxelles)
ULTERIORI INFORMAZIONI call-fiche_smp-cons-2024-edu_it.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles