Supporto alla gestione degli asset intellettuali

30 Aprile 2024
TITOLO HORIZON-CL4-2024-HUMAN-02-35: Supporto alla gestione degli asset intellettuali per organizzazioni di ricerca pubbliche, istituzioni accademiche e loro spin-off (CSA)

 

 

HORIZON-CL4-2024-HUMAN-02-35: Intellectual asset management support for public research organisations, academic institutions and their spin-offs (CSA)

ENTE FINANZIATORE COMMISSIONE EUROPEA

Programma quadro Horizon Europe (HORIZON)

 

SETTORE DI RIFERIMENTO RICERCA E INNOVAZIONE
OBIETTIVI ED IMPATTO Le proposte devono contribuire ai seguenti risultati:

  • Fornire sostegno alle organizzazioni di ricerca pubbliche e ai loro spin-off per promuovere una più forte cultura dell’imprenditorialità, gestire meglio il loro patrimonio intellettuale e facilitare il loro prossimo passo verso la commercializzazione dei risultati della R&I.
  • Costruire le capacità delle organizzazioni di ricerca pubbliche e delle istituzioni accademiche traducendo i principi guida per la valorizzazione delle conoscenze sull’imprenditorialità in indicazioni tangibili per gli innovatori in fase iniziale.
  • Costruire capacità più forti per la gestione delle risorse intellettuali nelle istituzioni accademiche e negli enti pubblici di ricerca, utilizzando il Codice di condotta sulla gestione delle risorse intellettuali e il Codice di condotta sulla standardizzazione.[2] e il Codice di buone pratiche sulla standardizzazione[3] sostenere gli innovatori in fase iniziale per avere successo con l’innovazione aperta anche nelle cooperazioni internazionali.

Ambito di applicazione:

Per aumentare la capacità dell’Europa di convertire i successi scientifici di alto livello in benefici sociali ed economici è necessaria una definizione ampia di imprenditorialità. L’imprenditorialità è molto di più della “semplice” creazione di imprese: è una mentalità per creare un cambiamento sostenibile. Sebbene esistano iniziative che affrontano l’educazione all’imprenditorialità e il cambiamento di paradigma, non ci sono azioni che forniscano un supporto nelle fasi iniziali per la gestione del patrimonio intellettuale dei PRO e per aiutarli a creare e rafforzare gli spin-off.

L’obiettivo dell’azione è garantire il massimo livello di sostegno alle organizzazioni pubbliche di ricerca in Europa, comprese le università, e ai loro programmi imprenditoriali, al fine di migliorare l’accesso e l’utilizzo del patrimonio di conoscenze spesso creato dai finanziamenti pubblici alla ricerca. Spesso, infatti, questi patrimoni di conoscenza non vengono valorizzati adeguatamente, ostacolando l’assorbimento dei risultati della R&I da parte del mercato e aggravando il divario di innovazione. Incoraggiare l’imprenditorialità e fornire il necessario supporto alla gestione delle risorse intellettuali può contribuire a colmare il divario tra il laboratorio e il mercato. Questa azione sosterrà l’attuazione della raccomandazione del Consiglio sui principi guida per la valorizzazione delle conoscenze in Europa e dimostrerà come il Codice di condotta sulla gestione dei beni intellettuali per la valorizzazione delle conoscenze nello Spazio europeo della ricerca e il Codice di condotta per la standardizzazione possano essere utilizzati, tra gli altri strumenti, per sostenere gli imprenditori accademici in fase iniziale. L’azione è anche collegata alla comunicazione della Commissione su una strategia europea per le università.

Questa attività sosterrà le istituzioni accademiche, le organizzazioni di ricerca pubbliche e i loro spin-off nella gestione dei beni intellettuali, utilizzando anche il Codice di condotta sulla gestione dei beni intellettuali, e nelle attività di standardizzazione, utilizzando anche il Codice di condotta per la standardizzazione nelle loro agende imprenditoriali. Questo aiuterà le tecnologie in fase iniziale a diventare più interessanti per i partner commerciali e gli investitori.

Inoltre, questa attività fornirà pacchetti didattici modulari a sostegno dell’educazione imprenditoriale, dell’alfabetizzazione dei beni intellettuali e del rafforzamento del legame tra ricerca e standardizzazione. I pacchetti formativi dovrebbero essere rivolti a tutti gli studenti e al personale degli istituti accademici europei, delle università e delle organizzazioni pubbliche di ricerca.

 

CRITERI DI ELEGGIBILITÀ

 

 

Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di Paesi terzi non associati o di organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee) può partecipare (indipendentemente dal fatto che sia idoneo o meno al finanziamento), a condizione che siano state soddisfatte le condizioni stabilite dal regolamento Horizon Europe e qualsiasi altra condizione stabilita nel tema specifico del bando. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica costituita e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto privo di personalità giuridica.

. I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la domanda, per ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, durante la fase di preparazione della sovvenzione, verrà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrino il loro status giuridico e la loro origine. Un PIC convalidato non è un prerequisito per presentare una domanda

CONTRIBUTO FINANZIARIO

 

 

Contributo UE previsto per progetto

La Commissione stima che un contributo dell’UE di circa 4 milioni di euro consentirebbe di affrontare questi risultati in modo adeguato.

Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi.

Bilancio indicativo

Il budget totale indicativo per il tema è di 4,00 milioni di euro.

Tipo di azione Azioni di coordinamento e supporto

SCADENZA

 

10 settembre 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
ULTERIORI INFORMAZIONI wp-7-digital-industry-and-space_horizon-2023-2024_en.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles