Università europee – Comunità di pratica ERASMUS-EDU-2024-EUR-UNIV-2

30 Novembre 2023
Titolo Università europee – Comunità di pratica

ERASMUS-EDU-2024-EUR-UNIV-2

 

 

European Universities – Community of practice

ERASMUS-EDU-2024-EUR-UNIV-2

 

Ente finanziatore Commissione europea

Programma Erasmus Plus

Settore di riferimento Istruzione
Obiettivi ed impatto attesi L’iniziativa “Università europee” fa parte del sostegno “Partenariati per l’eccellenza” fornito nel quadro del nuovo programma Erasmus+. Questa iniziativa ha un mandato ambizioso che mira a innescare e approfondire livelli di cooperazione istituzionale senza precedenti tra gli istituti di istruzione superiore, rendendola sistemica, strutturale e sostenibile. L’obiettivo è incoraggiare la nascita di alleanze bottom-up tra università in tutta Europa, che consentano agli studenti di combinare gli studi in diversi Paesi.

In linea con le priorità dello Spazio europeo dell’istruzione entro il 2025, queste università europee intendono:

– Promuovere valori europei comuni e un’identità europea rafforzata, riunendo una nuova generazione di europei in grado di cooperare all’interno di culture e lingue diverse e al di là di confini, settori e discipline accademiche;

– Raggiungere un salto sostanziale nella qualità, nelle prestazioni, nell’attrattiva e nella competitività degli istituti di istruzione superiore europei e contribuire all’economia della conoscenza, all’occupazione, alla creatività, alla cultura e al benessere in Europa, utilizzando al meglio le pedagogie innovative e sforzandosi di rendere la piazza della conoscenza una realtà. Le “università europee” saranno i motori principali per incrementare la qualità dell’istruzione superiore e, laddove possibile, per rafforzare il suo legame con il panorama della ricerca e dell’innovazione in Europa e la sua proiezione verso la società e l’economia.

L’obiettivo di una comunità di pratica (CoP) per le alleanze universitarie europee è quello di creare un ambiente collaborativo e di supporto in cui le alleanze universitarie europee possano riunirsi per condividere buone pratiche ed esperienze all’interno della comunità delle alleanze universitarie europee, nonché a beneficio del più ampio settore dell’istruzione superiore. Più concretamente, la Comunità di pratica intende sostenere una più stretta cooperazione tra le alleanze, facilitando l’apprendimento, la collaborazione e la diffusione dei risultati tra le alleanze di università europee e al di fuori di esse, al fine di raggiungere obiettivi comuni e migliorare le conoscenze, le competenze e l’efficacia delle alleanze, a beneficio del più ampio settore dell’istruzione superiore.

Gli obiettivi specifici sono:

– Sostenere una più stretta cooperazione tra le alleanze:

Condivisione delle conoscenze e apprendimento: Facilitare lo scambio di conoscenze, buone pratiche ed esperienze tra le alleanze di università europee, promuovendo l’apprendimento continuo e il miglioramento all’interno della comunità.

Sviluppo delle competenze: Fornire alle alleanze l’opportunità di migliorare le proprie competenze in aree correlate al focus delle Università europee, favorendo la crescita professionale.

Networking e collaborazione: Stabilire connessioni e promuovere la collaborazione tra alleanze con interessi simili, incoraggiando sinergie, hub, ecc.

➢ Innovazione e problem solving: Promuovere la creatività e l’innovazione incoraggiando i membri ad affrontare collettivamente le sfide comuni, a proporre soluzioni, coinvolgendo la Commissione e gli Stati membri, se necessario, e a esplorare nuovi approcci, sulla base dell’esperienza delle alleanze tra università europee.

– Promuovere e sostenere la diffusione dei risultati non solo tra le alleanze, ma anche nel più ampio settore dell’istruzione superiore e migliorare la trasferibilità dei risultati e la loro adozione da parte degli utenti finali interessati.

➢ Gestione della conoscenza: costruire conoscenze, risorse e competenze condivise che possano essere accessibili e utilizzate dalle alleanze delle università europee e dal settore dell’istruzione superiore in generale per portare la cooperazione transnazionale nell’istruzione superiore in Europa a un livello superiore.

 

Criteri di eleggibilità Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono: – Essere persone giuridiche (enti pubblici o privati). – Essere stabiliti in uno dei Paesi ammissibili, ossia gli Stati membri dell’UE (compresi i Paesi e territori d’oltremare (PTOM)): – Stati membri dell’UE (compresi i Paesi e territori d’oltremare (PTOM)). – Paesi non UE: Paesi terzi associati al Programma Erasmus+ (compresi i Paesi SEE), Paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione al Programma Erasmus+ e in cui tale accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei Paesi partecipanti) e . – Paesi non UE: Paesi terzi dei Balcani occidentali non associati al programma.

 

I candidati (potenziali beneficiari) devono essere:

– Istituti di istruzione superiore in possesso di una Carta Erasmus per l’istruzione superiore (ECHE) valida e qualsiasi entità ad essi affiliata.

– Qualsiasi altra organizzazione composta dagli istituti di istruzione superiore di cui sopra – appositamente costituita allo scopo di attuare una profonda cooperazione istituzionale transnazionale, comprese le attività didattiche congiunte.

I beneficiari e le entità affiliate devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation). Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine. Altre entità possono partecipare in altri ruoli del consorzio, come partner associati, subappaltatori, terze parti che forniscono contributi in natura, ecc. I partner associati NON ricevono finanziamenti UE nell’ambito di questa sovvenzione, ma il loro coinvolgimento e il loro ruolo nelle diverse attività devono essere chiaramente descritti nella proposta. I partner associati possono essere: – Qualsiasi istituto di istruzione superiore con sede in uno Stato membro dell’UE o in un Paese terzo associato al programma in possesso di una Carta Erasmus ECHE valida per l’istruzione superiore. – Qualsiasi organizzazione pubblica/privata di uno Stato membro dell’UE, di un Paese terzo associato al programma o dei Balcani occidentali non associato al programma, attiva nel campo dell’istruzione e della formazione, della ricerca e dell’innovazione o nel mondo del lavoro. – Qualsiasi istituto di istruzione superiore con sede in un Paese terzo non associato al programma che fa parte dello Spazio europeo dell’istruzione superiore (Processo di Bologna) o nei Balcani occidentali non associati al programma.

 

 

Composizione del consorzio

 

Argomento 2: Comunità di pratica Le proposte devono essere presentate da un consorzio di almeno 3 candidati (beneficiari non enti affiliati), che soddisfa la seguente condizione: – minimo 3 istituti di istruzione superiore ammissibili da 3 diversi paesi ammissibili.

Contributo finanziario

 

Il bilancio totale destinato al cofinanziamento dei progetti nell’ambito del presente invito a presentare proposte è stimato a 189 200 000 EUR.

 

Budget del progetto Topic 2 (importo indicativo della sovvenzione):

Numero totale stimato di progetti: 1

Sovvenzione UE indicativa 1,50 milioni di euro

La sovvenzione concessa può essere inferiore all’importo richiesto. La sovvenzione sarà di tipo forfettario25 . Ciò significa che rimborserà un importo fisso, basato su una somma forfettaria o su un finanziamento non legato ai costi. L’importo sarà fissato dall’autorità concedente sulla base del budget stimato del progetto e di un tasso di finanziamento dell’80%.

 

Categorie di budget per questo bando: – Contributi forfettari.

Scadenza

 

06 febbraio 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
Ulteriori informazioni call-fiche_erasmus-edu-2024-eur-univ_en.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles