Valutare gli impatti dell’agricoltura urbana

28 Dicembre 2022
Titolo
Assessing urban farming impacts
Valutare gli impatti dell’agricoltura urbana
TOPIC ID: HORIZON-CL6-2023-COMMUNITIES-01-5
Ente finanziatore Commissione europea

Programma Horizon Europe

 

Settore di riferimento Agro Alimentare

Sviluppo urbano

Obiettivi ed impatto attesi e proposte selezionate sosterranno il Green Deal europeo, la strategia farm to fork e la valutazione d’impatto per la politica agricola comune (PAC) post-2027.

 

I risultati del progetto dovrebbero contribuire a tutti i seguenti risultati attesi:

 

·         Miglioramento delle conoscenze sugli impatti e sui rischi dei vari tipi di agricoltura urbana dal punto di vista economico, ambientale e sociale, con particolare attenzione agli effetti di ricaduta nelle aree rurali e periurbane;

·         Maggiore consapevolezza da parte dei decisori politici, che potranno così adeguare le politiche e i quadri giuridici per promuovere i benefici e mitigare i rischi associati allo sviluppo di varie forme di agricoltura urbana e delle relative tecnologie.

 

Le proposte devono essere finalizzate a:

 

Valutare il contributo attuale e futuro (previsione) di varie forme di agricoltura urbana a:

·         approvvigionamento alimentare complessivo, sicurezza alimentare e resilienza, soprattutto per i cittadini urbani, ma anche per i potenziali impatti sulla sicurezza alimentare delle popolazioni rurali, tenendo conto delle megatendenze e dei rischi potenziali legati agli input o alle condizioni chiave che consentono l’agricoltura urbana;

·         l’evoluzione del reddito agricolo nelle aree urbane e rurali, la distribuzione del valore aggiunto nella filiera e i possibili effetti sul potere contrattuale degli attori della filiera;

·         La fornitura di servizi ecosistemici nelle aree urbane e rurali a fronte dell’evoluzione delle condizioni ambientali e climatiche (tra cui l’uso e il ciclo dell’acqua e dei nutrienti, la protezione della biodiversità, l’uso dell’energia, i suoli e la loro salute, la regolazione dell’effetto isola di calore urbana, ecc;

·         la fornitura di benefici sociali (ad esempio, accesso di nuovi e/o giovani agricoltori, equità di genere, sviluppo di luoghi e comunità) e il miglioramento del capitale sociale (ad esempio, valori, reti, governance) e della coesione della comunità nelle aree urbane e rurali. Gli aspetti delle scienze sociali e umanistiche (SSH) devono essere parte integrante della proposta;

·         La domanda di nuove competenze, formazione e offerta educativa, tenendo conto anche delle dimensioni tecnologiche o sociali delle diverse forme di agricoltura urbana.

·         Confrontare le condizioni in cui operano i vari tipi di agricoltori urbani, periurbani o rurali per identificare le sfide che possono giustificare iniziative normative o politiche mirate. Le condizioni vanno intese in senso lato, includendo ad esempio gli investimenti iniziali, la produzione, il controllo della qualità, l’etichettatura, la commercializzazione e la vendita al dettaglio, nonché l’ambiente legale e favorevole in cui operano.

·         Sostenere la discussione sulle motivazioni degli interventi politici nel contesto dell’UE.

Le proposte devono creare collegamenti e sfruttare i risultati dei progetti pertinenti passati e in corso, ad esempio Horizon 2020 EFUA e New European Bauhaus (NEB) nella trasformazione del sistema alimentare urbano.

 

Le proposte devono descrivere un percorso credibile dai risultati e dagli esiti del progetto verso l’impatto atteso di questa destinazione.

Criteri di eleggibilità Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono: essere persone giuridiche (enti pubblici o privati) avere sede in uno dei Paesi ammissibili, ovvero: Stati membri dell’UE (compresi i Paesi e territori d’oltremare (PTOM)) per tutti i temi Paesi SEE (Norvegia, Islanda, Liechtenstein) per tutti i temi.

I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio centrale di convalida (REA Validation). Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine.

 

 

Contributo finanziario

 

Contributo UE previsto per progetto La Commissione ritiene che un contributo UE di 5 milioni di euro consentirebbe di affrontare adeguatamente questi risultati. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi.

Budget indicativo Il budget totale indicativo per il tema è di 5,00 milioni di euro.

Tipo di azione Azioni di ricerca e innovazione

Scadenza

 

 

12 aprile 2023 17:00:00 ora di Bruxelles

Ulteriori informazioni wp-9-food-bioeconomy-natural-resources-agriculture-and-environment_horizon-2023-2024_en.pdf (europa.eu)

pag.  355

 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles