Youth4Cooperation: il futuro della cooperazione

29 Febbraio 2024
TITOLO Youth4Cooperation: il futuro della cooperazione

ERDFTA-2024-YOUTH4COOP

 

Youth4Cooperation: the future of cooperation

ERDFTA-2024-YOUTH4COOP

 

 

ENTE FINANZIATORE Commissione europea

Programma

Assistenza tecnica per FESR, FC e JTF (FESR-TA)

 

SETTORE DI RIFERIMENTO Gioventu’
OBIETTIVI ED IMPATTO Con l’uso di social media, campagne di comunicazione, sondaggi e incontri/workshop di consultazione, i risultati attesi includono il raggiungimento di un ampio pubblico di giovani in tutta Europa per raccogliere e comprendere i loro punti di vista, le loro opinioni e i loro suggerimenti sulla prossima politica di coesione e in particolare sulla futura cooperazione interregionale/territoriale dopo il 2027. I giovani consultati potrebbero essere già esperti di cooperazione/interregazione/strategie macroregionali (SMR), ma non tutti; l’azione dovrà includere anche la consultazione di giovani interessati a conoscere meglio il mondo della cooperazione europea. I risultati dell’azione saranno poi considerati e implementati nella più ampia consultazione su Interreg/MRS post-2027.

Obiettivo:

Questo invito a presentare proposte ha l’obiettivo di selezionare tre beneficiari che garantiranno il coinvolgimento dei giovani come priorità orizzontale nella cooperazione territoriale nell’ambito della Politica di Coesione. L’inclusione dei giovani nelle consultazioni contribuirà a dare forma al post 2027, per assicurarsi che le voci e le esigenze dei giovani siano pienamente prese in considerazione nel prossimo periodo di programmazione 2028-2034. Le voci dei giovani saranno un’aggiunta positiva e preziosa alla riflessione sul prossimo periodo di cooperazione territoriale.

Ambito di applicazione:

Le attività che possono essere finanziate hanno come obiettivo principale la consultazione di giovani provenienti, ma non solo, dai consigli della gioventù e da altri organismi che lavorano a stretto contatto con le 4 strategie macroregionali dell’UE. I risultati della consultazione saranno raccolti in una relazione finale che includerà 10 raccomandazioni significative per il quadro di cooperazione territoriale post-2027. A tal fine, i beneficiari selezionati potranno utilizzare il Toolkit sviluppato dalla DG REGIO e accessibile pubblicamente su Inforegio, che contiene consigli e suggerimenti, nonché un elenco indicativo di domande e un modello di relazione.

Impatto previsto:

·         Saranno consultati da 900 a 1000 giovani (circa 300 per ogni beneficiario) in tutta Europa (il gruppo di giovani consultati deve essere equilibrato in termini di genere, luogo di origine ed età);

·         La consapevolezza di Interreg, del MRS e della politica di coesione sarà aumentata tra i giovani e attraverso i giovani;

·         Attraverso i social media e gli strumenti di comunicazione, un ampio bacino di cittadini europei sarà raggiunto e informato sulla cooperazione territoriale nelle sue varie forme;

·         Le 30 raccomandazioni (10 per ciascun beneficiario) avranno un impatto significativo sulla preparazione del quadro di cooperazione territoriale post 2027.

Le attività che possono essere finanziate hanno come obiettivo principale la consultazione di giovani provenienti, ma non solo, dai consigli della gioventù e da altri organismi che lavorano a stretto contatto con le 4 strategie macroregionali dell’UE. I risultati della consultazione saranno raccolti in una relazione finale che includerà almeno 10 raccomandazioni significative per il quadro di cooperazione territoriale post-2027. A tal fine, i beneficiari selezionati potranno utilizzare il Toolkit sviluppato dalla DG REGIO e accessibile pubblicamente su Inforegio, che contiene consigli e suggerimenti, nonché un elenco indicativo di domande e un modello di relazione.

CRITERI DI ELEGGIBILITÀ

 

 

Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono: – essere persone giuridiche (enti pubblici o privati) – essere stabiliti in uno dei Paesi ammissibili, ossia:

– Gli Stati membri dell’UE (compresi i Paesi e territori d’oltremare (PTOM)) – non sono autorità incaricate dell’attuazione della politica di coesione ai sensi dell’articolo 71 del regolamento CPR 2021/1060.

– Inoltre, la candidatura sarà considerata ammissibile solo se i partecipanti rispetteranno i seguenti criteri:

1. Hanno una natura transnazionale/pan-europea;

2. I beneficiari e gli enti affiliati devono iscriversi al Registro dei partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio centrale di convalida (REA Validation).

Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine. Altre entità possono partecipare in altri ruoli del consorzio, come partner associati, subappaltatori, terze parti che forniscono contributi in natura, ecc.

 

 

CONTRIBUTO FINANZIARIO

 

 

Il budget disponibile per il bando è stimato in 30.000 euro in totale. Attraverso questo bando, il comitato di valutazione mira a selezionare tre beneficiari selezionati che riceveranno ciascuno fino a 10.000 euro per implementare le attività. Si prevede di finanziare 3 progetti.
SCADENZA

 

03 aprile 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
ULTERIORI INFORMAZIONI call-fiche_erdfta-2024-youth4coop_en.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles